Il diario di Anna (disponibile su RaiPlay)

Scuole chiuse, la programmazione speciale della Rai su tv e web

In copertina: Il diario di Anna (disponibile su RaiPlay)

RAIPLAY

Da oggi l’offerta RaiPlay si arricchisce di sezioni speciali dedicate all’apprendimento  e la cultura, con un’attenzione particolare all’edutainment, ovvero l’intrattenimento educativo rivolto agli studenti di tutte le età, rimasti a casa per la chiusura della scuole. Un cambiamento rispetto alla prevista offerta per una prima risposta all’emergenza di questi giorni. Tre sono le sezioni dedicate a bambini, ragazzi e studenti delle scuole superiori con programmi, cartoni, documentari e serie tv. Nella sezione Bambini, oltre ai cartoni animati e ai programmi più amati dai piccoli, ci sono collezioni di video con attività da fare e cose da imparare: Hello Kids, impariamo l’inglese; Scaccianoia con Giulio Coniglio, attività creative e ricette di cucina spiegate attraversi i cartoni animati tratti dai personaggi di Nicoletta Costa; Gioca e Crea, manualità, giochi da costruire e piccoli esperimenti; Facciamo coding, tutorial di programmazione informatica; i tutorial di Happy Dance, impariamo da una vera professionista i passi base delle danze più famose del mondo; Karaoke, in versione baby. Una seconda sezione di RaiPlay, denominata Teen, è invece dedicata all’intrattenimento dei ragazzi più grandi fra live action, programmi televisivi, documentari, cartoni animati e film da guardare con tutta la famiglia. La sezione Learning è una miniera di contenuti per gli studenti: un viaggio nelle materie scolastiche raccontate attraverso i migliori documentari e programmi televisivi. Storia dell’arte, letteratura e teatro, scienze, lingue straniere, musica, geografia e molto altro ancora. Attraverso collezioni di programmi e playlist di video (in continuo aggiornamento) è possibile accedere a numerosi contenuti. In Letteratura e Teatro ci sono monografie dedicate ai grandi autori, da Pirandello a Rodari da Primo Levi a Camus, da Sartre a Dante e molti altri. Ci sono drammi shakespeariani e tragedie greche, programmi che esplorano i generi letterari e le opere più importanti. Tanti i contenuti nella sezione dedicata alla Storia: dall’Impero Romano ai giorni nostri, attraverso monografie, interviste, inchieste, ricostruzioni e una timeline per viaggiare nel tempo attraverso i fatti principali. E poi la Storia dell’Arte fra correnti, artisti e i più bei musei del mondo, la Musica Classica con le lezioni di Elio che racconta l’Opera, Ezio Bosso che racconta la musica attraverso metafore della vita, le Lezioni di suono, lezioni-concerto tenute da docenti di eccellenza e poi ancora concerti, opere liriche e monografie di grandi compositori. La Geografia viene approfondita con il programma cult Geo e altri titoli come Prossima Fermata Oriente, il Sole della bassa California, Antartide, Alpi selvagge e documentari sui tanti habitat del pianeta, tra foreste, ghiacci, vulcani e abissi marini. Tanti anche i programmi dedicati alla scienza, la fisica, la matematica, il mondo digitale, la fisica quantistica, gli esperimenti. Tutte e tre le sezioni, ognuna secondo il target di età degli spettatori, offrono occasioni di approfondimento della lingua inglese. Anche gli episodi di Peppa Pig in inglese favoriscono l’apprendimento della lingua, mentre Perfect english è il programma offerto ai ragazzi (e non solo) per migliorare la pronuncia e la comprensione della lingua visitando virtualmente i luoghi più significativi della Gran Bretagna. In primo piano c’è anche Superquark+ di Piero Angela che propone le speciali “lezioni” del maestro della divulgazione, con argomenti che vanno dalla vista alla memoria. Nella sezione Learning si possono trovare anche i grandi della letteratura come Giacomo Leopardi, Italo Calvino, Ludovico Ariosto o Pierpaolo Pasolini oltre a quelli più famosi oltre confine con la serie Punto di svolta presentata da Edoardo Camurri. Sempre rivolto a questo target c’è Zettel debate, incontri di filosofia con due posizioni a confronto per esporre le grandi domande del pensiero umano e dell’attualità. Grande spazio è dedicato anche alle performing art nella sezione musica e teatro. E non manca l’attualità con la nuovissima striscia Playlist24, il meglio della Tv in pillole, che propone dall’intrattenimento alle news e che proprio all’informazione sul coronavirus dedica ampio spazio.

RAI SCUOLA E RAI CULTURA

Rai Scuola (canale 146, 133 di Tivusat e 806 di Sky Italia), il sito Rai Scuola, il portale Web di Rai Cultura, arricchiscono la propria offerta didattica per studenti, insegnanti e famiglie con numerose proposte per l’educazione a distanza, per fornire strumenti utili in questo periodo di chiusura forzata delle scuole. A partire da lunedì 9 marzo, in particolare Rai Scuola aggiunge al normale palinsesto del mattino (con replica al pomeriggio) altre cinque ore dal lunedì al venerdì con un programmazione divisa per materie e argomenti, tra cui anche una nuova fascia di storia e letteratura.
L’offerta di Rai Scuola è completata da quella web: attraverso il portale raicultura.it è possibile accedere allo Speciale Scuola 2020, con strumenti di supporto alla didattica, allo studio e alla ricerca che Rai Cultura mette a disposizione, catalogati per materia, dei docenti e degli studenti italiani. Gli ampi capitoli sono dedicati a Letteratura, Storia, Filosofia, Arte, Musica, Scienze, Matematica, Economia, Lingua e Letteratura inglese, oltre a due capitoli sulla Costituzione italiana e sul mondo digitale.
Una novità, inoltre, riguarda la prossima pubblicazione online e messa in onda del tutorial Scuol@casa, dedicato agli insegnanti: idee, strumenti, metodi, esempi concreti per continuare a gestire attività didattiche e di apprendimento utilizzando le risorse della rete. 

RAI YOYO E RAI GULP

Inglese, arte, musica, educazione civica, scienza: cambiano i palinsesti dei canali Rai per bambini e ragazzi, in questi giorni costretti a trascorrere buona parte del tempo in casa in seguito alla chiusura delle scuole per l’emergenza sanitaria. 
Rai Yoyo e Rai Gulp, i canali Rai dedicati ai bambini e ai preadolescenti, presentano un’offerta arricchita di programmi in cui la componente formativa va di pari passo con la distensione e il divertimento.
Imparare l’inglese è facile su Rai Yoyo: i programmi per i più piccoli, sempre pronti ad apprendere le lingue, partono da “Fumbleland” – Mi è scappato un errore”, in onda dal lunedì al sabato, alle 16.35. Gli episodi” narrano le avventure di una classe di bambini alle prese con creaturine strambe generate dagli errori di ortografia della lingua inglese: I Fumbles.
Da lunedì 9 marzo torna “Disney English” il programma, misto di animazione e live action, che avvicina i più piccoli all’apprendimento della lingua inglese in compagnia dei personaggi Disney più amati. La serie interattiva propone un metodo tutto nuovo: 300 parole, 150 frasi chiave, espressioni e idiomi in 26 puntate tematiche per imparare divertendosi.
Da martedì 10 marzo, alle 10.45 è il turno di “Let’s go Pocoyo”. In questa serie, che vede protagonista Pocoyo, i piccoli spettatori sono stimolati a osservare, ascoltare e interagire sia in italiano che in inglese, con una impostazione narrativa semplice e diretta.
L’offerta in lingua inglese si completa con Peppa Pig in inglese, in onda tutti i giorni alle 10.30. Ogni giorno verrà proposto un episodio in tre versioni: in italiano, misto con narrazione in italiano e voci dei personaggi in inglese e solo inglese.
Spazio anche all’educazione artistica con “L’arte di Matì e Dadà”, in onda da martedì 10 marzo, alle 11.05. Il cartone presenta due protagonisti, Matì, una bambina di 7 anni con la passione per la pittura e Dadà, un divertente robot vagamente dadaista. Matì e Dada viaggiano nel tempo nel tempo per incontrare i più grandi artisti della storia, da Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, a Picasso, Mondrian, Kandinskij, e molti altri.
Piccoli lavori infine con i tutorial di “Giulio Coniglio”, in onda ogni giorno, alle  11.30. Disegnare, fare lavoretti di bricolage, e perfino cucinare: tutto è più facile insieme al simpatico coniglio che dall’editoria è diventato popolare anche come cartone animato.
Musica, scienza, educazione civica, sono al centro dell’offerta di Rai Gulp, rivolta ai bambini e ragazzi da 8 anni in su. 
Da martedì 10 marzo, alle 10.50, torna “Max & Maestro”, con il Maestro Daniel Baremboim, in versione cartone animato, che presenta ai ragazzi la musica classica in modo nuovo, all’interno di una serie affascinante, inattesa e anche divertente. 
Non solo astronomia, ma tutte le scienze sono al centro di “Space to Ground – Guida per viaggiatori galattici”. Dallo spazio alla terra perché è dalla Stazione Spaziale Internazionale che il comandante Luca Parmitano si rivolge ai giovani spettatori con dei video girati in esclusiva, raccontando non solo come si vive a bordo della ISS ma anche quali sono gli esperimenti che si possono effettuare in condizione di microgravità e cosa accade durante le “passeggiate” extraveicolari di “riparazione” e manutenzione di AMS “il cacciatore di materia oscura. Da terra, Linda Raimondo, studentessa di fisica e aspirante astronauta, ci apre le porte di ESTEC, il cuore tecnologico dell’Agenzia Spaziale Europea, in Olanda. In questi laboratori possiamo scoprire molto di più sul comportamento dei fluidi, delle onde sonore, delle fiamme, la resistenza dei materiali a sollecitazioni estreme, le missioni robotiche e quelle umane, l’utilizzo delle stampanti 3D nello spazio e rispondere a domande come: siamo in grado di proteggerci dalla caduta di asteroidi o faremo la fine dei dinosauri?
Da lunedì 16 marzo infine debutta la nuova stagione di JAMS, serie di fiction per ragazzi, ambientata in una scuola. Vita scolastica ma anche educazione civica, per un racconto di formazione contro il bullismo e il cyberbullismo
Tutti i contenuti sono fruibili anche sui dispositivi mobili e smart tv attraverso RaiPlay e l’App RaiPlay Yoyo. Sempre su Rai Play è disponibile “ripassare” le lezioni di coding (una delle attività più praticate nelle scuole italiane) con “Rob-O-Cod”, il programma di Rai Ragazzi (di cui è in arrivo la seconda edizione) in cui  i Robocoder,  provenienti dalle scuole di tutta Italia, si sfidano su campi di gara ispirati a mondi fantastici. L’obiettivo del game è quello di portare a termine il percorso, affrontando gli ostacoli e le prove e cercando di guadagnare il maggior numero di punti necessari per vincere la puntata. I team hanno a disposizione un tempo limitato per testare i campi gara e programmare le stringhe di coding che ritengono più adatte a superare gli ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *