Friday for Future: in 40mila a Bari con gli occhi della speranza

Ieri, 27 settembre, si è tenuto a Bari il “Friday for Future”, che ha visto coinvolti circa 40mila studenti e cittadini (50mila per gli organizzatori), uniti in un corteo che ha attraversato le vie più importanti di Bari.

Foto Radio Panetti

Lo scopo era manifestare contro l’inquinamento e i responsabili dei cambiamenti climatici. L’evento è stato tenuto in contemporanea in molte città in tutto il mondo.

Alcuni ragazzi si sono presentati con cartelloni e striscioni su cui hanno scritto slogan contro lo sfruttamento delle risorse del pianeta e hanno invitato anche gli adulti alla riduzione dell’uso della plastica e a comportamenti ecosostenibili.

Foto Radio Panetti

Molte scuole, su indicazione del ministro Fioramonti, hanno permesso ai propri alunni di partecipare all’evento, giustificando la loro assenza alle lezioni.

Ogni ragazzo che ha partecipato a questa manifestazione ha dimostrato, nel suo piccolo, di ambire a qualcosa di grande, ovvero cambiare la situazione attuale in favore di un mondo più vivibile per tutti.

Foto Radio Panetti

Ogni voce che ha animato questo corteo ha contribuito ad arricchire la consapevolezza che i ragazzi hanno del rischio che l’uomo si estingua sulla Terra se non si cambia velocemente il rapporto che abbiamo con la natura. Se si continuerà a seguire politiche di sfruttamento delle risorse del nostro pianeta in tempi relativamente brevi la vita umana sul pianeta Terra si estinguerà.

Gli occhi dei ragazzi presenti alla manifestazione comunicavano il desiderio comune di poter avere un futuro migliore, ma anche il senso di appartenenza a qualcosa di più di un gruppo di amici, l’apparenza ad una comunità.

Daniele Rutigliano – Radio Panetti

1 comment

  1. Mariella

    Condivido ogni parola. Non è che l’inizio di un grande cambiamento che ha per energia la convinzione e la tenacia dei giovani quando aspirano ad un qualcosa di grande.
    Che meraviglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *