Bianco Sangue. Assenze e presenze materne

Spettacolo teatrale scritto e diretto da Paolo Cilfone.

Con Paolo Cilfone, Emilia Brescia e Anna Abatescianni.

Violoncello: M° Luciano Tarantino

Sabato 6 aprile (ore 21) e domenica 7 aprile (ore 20), in anteprima assoluta nazionale, andrà in scena a Bari, presso il Teatro Duse, lo spettacolo Bianco Sangue. Assenze e presenze materne,scritto e interpretato dallo studioso di teatro,  regista teatrale e performer Paolo Cilfone, assieme a Emilia Brescia e Anna Abatescianni. Ad accompagnare gli attori il violoncello del M° Luciano Tarantino. Costumi di Angela Gassi. Foto e Video diAlberto Peconio e Maria Rosaria Sabbatelli.

Lo spettacolo e il libro Bianco Sangue – Assenze e presenze materne saranno presentati a Bari, mercoledì 3 aprile alle ore 19.30, presso la Libreria 101 (via Cairoli 101).  Saranno presenti l’autore Paolo Cilfone e l’editore FaLvision Luciano Pegorari. L’incontro sarà moderato da Sarah Paparella.

Sinossi:

Paola, cinquantenne, è in piena crisi esistenziale perché coinvolta quotidianamente nel ricordo del suo aborto avvenuto a 18 anni.

Una dura battaglia personale contro il tempo colpevole di non aver cancellato tutti i suoi ricordi legati a quell’avvenimento cosi drammatico.

 Negli anni la donna sperimenta che l’aborto è una esperienza non eliminabile dalla propria vita; pertanto va alla ricerca di un nuovo equilibrio personale fatto di promesse coraggiose ma anche di momenti di smarrimento e paura.

Ma d’improvviso ci sarà un incontro sorprendente che aiuterà Paola a liberare il suo cuore e a farle fare pace finalmente con se stessa e con il mondo.

Bianco Sangue è andato in scena nel 2016, sotto forma di reading teatrale, con la partecipazione dell’attrice Francesca Di Cagno, nell’ambito del Festival Luccica per la direzione artistica di Andrea Cramarossa. 

Progetto Bianco Sangue

Il testo teatrale rientra nel libro Bianco Sangue – Assenze e Presenze materne, pubblicato in forma autoedita nel 2016, edito nel 2019 dalla casa editrice pugliese FaLvision. Il libro contiene anche alcune poesie scritte da Paolo Cilfone sulla maternità, alcuni scatti dei fotografi Alberto Peconio e Maria Rosaria Sabbatelli sul tema dell’infanzia e della maternità e due testimonianze tratte dalla cronaca contemporanea.

Le fotografie presenti nel libro, assieme ad altri inediti, sono stati raccolti in una mostra fotografica, curata dalla giornalista Manuela Bellomo, che accompagnerà e completerà il progetto teatrale ed editoriale e sarà allestita, laddove possibile, nei foyer dei teatri in cui andrà in scena lo spettacolo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *