La scoperta: folle e fluidi si muovono nello stesso modo

Uno studio dell’Università francese di Lione, coordinato da Denis Bartolo e Nicolas Bain e condotto in collaborazione con l’Università americana di Stanford ha dimostrato che le folle di persone, in qualsiasi contesto si trovino, si muovono sempre come se fossero dei fluidi, regolabili e controllabili attraverso semplici calcoli matematici.

Osservando, infatti, la maratona di Chicago a cui hanno partecipato migliaia di persone, è stato notato che durante la fase preparatoria della gara, dove tutti i partecipanti si stavano preparando alla partenza, i flussi di movimento di massa delle persone erano controllati da precise regole matematiche, le stesse regole che governano il movimento dei fluidi: i partecipanti si muovevano in modo regolare durante tutta la camminata verso la linea di partenza, come se fossero un unico grande fluido che scorre.

La scoperta è importantissima.

Analizzando al meglio lo “scorrimento” di grandi folle di persone, sarebbe possibile creare un sistema matematico attraverso il quale, in situazioni di panico generale come quelle create da disastri naturali o attentati, sarebbe possibile regolare l’andamento generale di tutte le persone in modo più ordinato e più facilmente controllabile dalle forze dell’ordine che gestiscono queste situazioni. 

Il matematico Emiliano Cristiani dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Iac-Cnr) di Roma ha dichiarato: “Questo approccio è utile per riprodurre e capire i meccanismi delle onde che si creano quando la folla è compressa, come durante un’evacuazione forzata, e spinge in avanti trovando l’ostacolo di altre persone e creando un effetto tappo”.

Durante le simulazioni eseguite “il comportamento è analogo. Si tratta di un movimento a cascata dovuto a grosse congestioni, come avviene nel traffico o nella compressione dei gas per l’esplosione di un ordigno – ha affermato Cristiani e le equazioni che descrivono questi fenomeni sono le stesse perché la folla è come se fosse un tutt’uno, come un fluido appunto, un’unica massa elastica”. 

Piergiusto Ranieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *