Che significa fare l’esperienza della bellezza?

Un seminario nell’ambito della 2° edizione 2018-19 de “I Concerti del Politecnico”


L’ascolto e lo sguardo

Che cosa vogliamo dire quando esclamiamo “che bello!”? Cosa accade quando percepiamo la bellezza? E’ solo un’emozione, un sentimento, o anche una conoscenza peculiare di noi stessi e del mondo? Che esperienza facciamo nello scoprire attraverso lo sguardo e l’ascolto una realtà che ci attrae? A queste domande, e, soprattutto alle possibili risposte, è dedicato il Seminario, “Che significa fare l’esperienza della bellezza? L’ascolto e lo sguardo”, primo dei cinque seminari e dei sei concerti (il primo tenutosi lo scorso 3 dicembre) previsti dal cartellone della 2° edizione de “I Concerti del Politecnico”.

Il Seminario, aperto a tutti, si terrà mercoledì 30 gennaio, ore 18.30, presso il Museo della Fotografia del Politecnico di Bari (campus universitario) e vedrà la partecipazione dei relatori: Roberto Andreoni, professore di “Composizione” al Conservatorio di Musica “Gioacchino Rossini” di Pesaro e di Costantino Esposito professore di “Storia della Filosofia” all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Chi sono

Andreoni, dopo il diploma al conservatorio di Milano e il dottorato all’University of California, si è dedicato parallelamente all’insegnamento e alla composizione, in Italia e negli U.S.A., ricevendo riconoscimenti in entrambi i campi: Fulbright Scholar di Musica e Cultura Italiana a Los Angeles nel 2010; Best Public Event Award in Italy nel 2009. Docente e direttore di numerose scuole, quali la Civica Scuola di Musica e l’Istituto IES (Università Cattolica di Milano), insegna composizione al Conservatorio di Musica “Gioacchino Rossini” di Pesaro. I suoi lavori operistici, orchestrali, cameristici, elettronici, per il teatro e per film sono pubblicati fra gli altri da RAI Trade, Suvini Zerboni, Eco.

Esposito, ordinario presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, ha orientato i suoi principali interessi di ricerca sul pensiero di Martin Heidegger; la filosofia di Immanuel Kant; l’opera metafisica di Francisco Suárez. Tra le sue pubblicazioni: Il fenomeno dell’essere. Fenomenologia e ontologia in Heidegger; Heidegger. Storia e fenomenologia del possibile. E’ co-autore, per Laterza, Bari-Roma di un nuovo manuale di storia della filosofia per i Licei e l’Università. Assieme ad altri giovani filosofi italiani cura la pubblicazione di una serie di Letture di filosofia per un pubblico più vasto di quello accademico. Ha tenuto conferenze, relazioni e seminari in Europa, negli USA, in America Latina e in Giappone.

La seconda edizione de “I Concerti del Politecnico” è stata presentata lo scorso dicembre nel corso di una cerimonia d’apertura con la presenza del Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, del regista pugliese, Gennaro Nunziante e del Presidente ARCoPu, Pierfranco Semeraro, quest’ultimi in qualità di Direttori artistici della manifestazione. L’iniziativa è del Politecnico di Bari e di ARCoPu (Associazione Regionale dei Cori Pugliesi), con il patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Bari, dell’A.di.s.u. e dell’Università degli Studi “Aldo Moro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *